UNIONE CAMERE PENALI- Delibera N. 6/2006 del Consiglio delle Camere Penali del 23 settembre 2006

Delibera Consigio delle Camere Penali n. 06/2006 del 23 settembre2006

UNIONE DELLE CAMERE PENALI ITALIANE
 
CONSIGLIO DELLE CAMERE PENALI ITALIANE
Delibera n. 6/2006
 
Il Consiglio delle Camere Penali italiane
indica
 
alla Giunta, nel più ampio esercizio delle sue prerogative statutarie, la necessità di assicurare la partecipazione dei penalisti, con le forme e nei tempi che saranno ritenuti necessari e nel consueto rispetto delle norme di regolamentazione, alla protesta ed alla eventuale ulteriore astensione dalle udienze dell’avvocatura italiana contro la “Legge Bersani”, raccomandando di porre nella massima evidenza gli effetti devastanti di tale normativa sullo svolgimento della difesa penale e la indifferibilità della istituzione di Albi di specialità. Ciò nell’ambito di una determinazione autonoma che richiami l’attenzione dell’intera avvocatura sui gravi rischi che attualmente corrono i principii del giusto processo a seguito della preannunciata cancellazione tout court della riforma dell’ordinamento giudiziario con particolare riguardo alla c.d. distinzione delle funzioni ed alla paventata riduzione delle garanzie difensive nel processo penale.
Su questi ultimi temi è indispensabile proseguire nell’azione politica e di protesta iniziata lo scorso mese di luglio, anche ricorrendo nuovamente all’astensione dalle attività giudiziarie.
Così deciso dal Consiglio delle Camere Penali Italiane, in Roma, addì 23 settembre 2006.
il Segretario
avv. Renzo Inghillerii

il Presidente
avv. Renato Barzone