Deliberato dell'UNIONE REGIONALE ORDINI FORENSI PUGLIA del 25/1/2012: solidarietà all'Ordine degli Avvocati di Bari in relazione alle disfunzioni degli uffici di cancelleria della Corte d'Appello di Bari

UNIONE REGIONALE DEGLI ORDINI FORENSI DELLA PUGLIA

_______________________________________________________

Oggetto: Deliberato della riunione del 25 Gennaio 2013

 L’Unione, nella seduta del 25/1/2013, ha così deliberato:

“L’Unione;

- vista la delibera adottata dal C.O.A. di Bari in data 23 Gennaio 2013, volta a stigmatizzare l’assoluta inerzia, di quanti ne hanno la responsabilità, nel migliorare e rendere conformi ai principi di buon andamento e di efficienza degli uffici, le condizioni nelle quali versano le cancellerie della Corte d’Appello di Bari;

- ritenuto di dover condividere integralmente le ragioni ivi esposte;

- considerate effettivamente le precarie condizioni – da tempo denunciate anche dai singoli Ordini pugliesi - in cui versano le cancellerie della Corte d’Appello di Bari, fonte di gravissime disfunzioni che penalizzano non soltanto il corretto esercizio della professione forense ma anche la dignità e il decoro degli Avvocati;

- rilevato che tale disdicevole situazione finisce, in ultima analisi, per avere dirette ricadute ancora una volta sui cittadini;

- ritenuto infine che una corretta e civile amministrazione della Giustizia non può sopportare prassi negative e deleterie di tal fatta;

 DELIBERA

di esprimere la totale solidarietà all’Ordine degli Avvocati di Bari e di confermare il proprio impegno e sostegno in favore di tutte le iniziative che saranno ritenute opportune per la risoluzione delle disfunzioni lamentate; se del caso, anche di concerto con le altre componenti dell’Avvocatura.

Dispone la trasmissione della delibera al Presidente della Corte di Appello di Bari, al Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari, al Dirigente delle cancellerie presso la Corte d’Appello di Bari, al Presidente della Corte di Appello di Lecce, al Consiglio Giudiziario e al Ministro della Giustizia.”

Il Presidente dell’Unione
Avv. Francesco Logrieco