Cassa Nazionale Forense: Contributi dovuti a decorrere dal 01/01/2008

Per opportuna conoscenza di tutti gli iscritti si comunica di seguito la misura dei contributi a decorrere dal 01/01/2008

CONTRIBUTI

CONTRIBUTO SOGGETTIVO
( art. 10 della legge n. 576/80)

E' dovuto da ogni iscritto alla Cassa (praticanti abilitati al patrocinio e avvocati) nella misura del:

10% (12% a decorrere dal 1/1/2008 mod. 5/2009) sul reddito professionale netto dichiarato ai fini IRPEF al Fisco fino al tetto massimo (cfr. TABELLA CONTRIBUTI/REDDITI)

3% limitatamente alla parte di reddito professionale eccedente il tetto, di cui sopra.
E' comunque dovuto il contributo minimo che, a decorrere dal 1 gennaio 2004 , viene riscosso tramite avvisi di pagamento MAV (bancari o postali).
I praticanti con abilitazione al patrocinio e gli avvocati che si iscrivono alla Cassa, per la prima volta, rispettivamente da data anteriore al compimento del 30 e del 35 anno di et, hanno diritto di fruire della riduzione a met del contributo soggettivo minimo per i primi tre anni di iscrizione alla Cassa. A decorrere dal 1 gennaio 2008, il limite del 35 anno di et, previsto in favore degli avvocati, esteso anche ai praticanti.

CONTRIBUTO INTEGRATIVO
( art. 11 della legge n. 576/80)

E' dovuto dagli avvocati iscritti agli albi e dai praticanti abilitati al patrocinio iscritti alla Cassa nella misura del 2% sull'effettivo volume di affari IVA (calcolato detraendo l'importo del contributo integrativo gi assoggettato ad IVA - legge 22 marzo 1995 n. 85) a prescindere dall'effettivo pagamento eseguito dal debitore.
Un contributo integrativo minimo e' comunque dovuto da tutti gli iscritti alla Cassa, ad eccezione dei pensionati di vecchiaia, dall'anno solare successivo al pensionamento e dei praticanti per il periodo di iscrizione corrispondente al praticantato. Tale contributo minimo, a decorrere dal 1 gennaio 2004, viene riscosso tramite avvisi di pagamento MAV (bancari o postali).

A decorrere dal 1/1/2008, gli avvocati sono esonerati dalla corresponsione del contributo integrativo minimo per il periodo di iscrizione alla Cassa coincidente con i primi 3 anni di iscrizione agli albi e non oltre il compimento del 35 anno di et. E comunque dovuto il contributo integrativo in proporzione alleffettivo volume di affari iva dichiarato.

CONTRIBUTO DI MATERNITA'
(d.lgs.n. 151/2001)

E' dovuto da tutti gli iscritti alla Cassa secondo le stesse modalit previste per la riscossione dei contributi minimi (soggettivo ed integrativo). Detto contributo, applicato per la prima volta nel 1993, finalizzato alla copertura dell'indennit di maternit erogata in favore delle professioniste iscritte alla Cassa (d. lgs. n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 289/2003).